La Cooperativa Il Piccolo Principe seleziona anche quest’anno 6 ragazzi all’interno del Servizio Civile Solidale, per fare un’esperienza di impegno nel proprio territorio e di cittadinanza attiva al fine di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze, favorendo l’ingresso nel mondo del lavoro. Il progetto "Tieni il tempo", a cui prenderanno parte e la cui scheda descrittiva è scaricabile qui sotto, è rivolto a giovani dai 16 ai 17 anni compiuti entro la data di scadenza della presentazione delle domande.

Scadenza domande: 18 giugno 2021, ore 14.00

E' previsto un incontro di presentazione del bando e del progetto a inizio giugno.
Perchè TIENI IL TEMPO?
Mai come ora il “tempo” è una risorsa preziosa, minacciata dalla frenesia, da proposte illusorie e dalla paura e messa in discussione dall’incertezza del futuro, in particolare per i giovani. La difficile e disorientante situazione pandemica, che stiamo vivendo da oltre un anno, ha fatto riscoprire l’importanza di saper investire il proprio tempo in progetti ed attività che contribuiscono al proprio percorso di crescita personale ma contemporaneamente ha restituito la consapevolezza di una dimensione comune di “tempo”, a cui tutti noi siamo legati e che dipende dalle scelte di ognuno.
In particolare i giovani adolescenti, che più di altre categorie hanno sofferto e soffrono ancora il distanziamento fisico e la sospensione di occasioni di socializzazione, sentono il bisogno di riappropriarsi di un tempo significativo, fatto di esperienze e occasioni di crescita, che gli consenta di sentirsi parte attiva e propositiva della comunità e di costruire un futuro di sogni, passioni e possibilità.

Grazie a questo progetto, si desidera accompagnare i giovani volontari in un percorso di consapevolezza sul valore dell’impegno solidale e della partecipazione attiva, come occasione anche di crescita personale e di maturazione di competenze: i ragazzi, infatti, avranno la possibilità di comprendere concretamente il valore di una comunità accogliente e interessata, che sa prendersi cura di chi è più fragile e che quindi promuove il benessere di tutti. La solidarietà e il dono sono così espressione libera di impegno che lascia il segno tanto nella comunità di riferimento, quanto nella vita del giovane volontario, in un’ottica di gratuità che, come ha scritto una ragazza che ha fatto servizio negli scorsi anni, « letteralmente non costa niente a nessuno ma paga tutti».
Sostienici