Kenneth e Lorenzo. L’apertura al cambiamento che motiva - Il Piccolo Principe – Cooperativa sociale ONLUS

Quando Kenneth e Lorenzo hanno iniziato a lavorare nel nostro laboratorio di assemblaggio meccanico, la primavera scorsa, eravamo sicuri di aver guadagnato due ottimi colleghi ma non sapevamo che per noi sarebbero diventati molto di più.

Dopo il rallentamento avvenuto lo scorso anno a causa del Covid, da gennaio c’è stata una forte ripresa che ha interessato in particolare l’area di servizi alle imprese del Piccolo Principe, dove vengono svolti lavori di assemblaggio, montaggio meccanico e confezionamento per conto terzi. Kenneth e Lorenzo sono arrivati in questi mesi caldi e si sono subito messi gioco con grande disponibilità e voglia di imparare.

Kenneth


“ Stavo cercando lavoro per guadagnare il necessario e sostenermi all’università da settembre” ci dice Kenneth, 21 anni, originario della Nigeria e che vive in Friuli con la famiglia da quando ne aveva 6 anni “Conoscevo Il Piccolo Principe perché ho frequentato il Progetto Giovani. Quando è arrivata questa opportunità pensavo si trattasse solo di un lavoro e invece è stato come entrare in una famiglia. Ho fatto ragioneria e non mi ero mai occupato di meccanica. I colleghi mi hanno insegnato il mestiere dall’inizio con grande affetto e disponibilità e mi sono subito sentito a casa. Mi sono appassionato al lavoro, mai monotono e che mi ha offerto sempre stimoli nuovi per fare di più e con passione, passando poi a mia volta a insegnare agli altri le cose nuove che imparavo. E’ bello svegliarsi la mattina e sapere che non vai semplicemente a lavorare ma in un posto dove trovi belle persone, che ci tengono a te e dove ti senti bene. Sono legami che mi porterò dietro anche una volta conclusa questa esperienza.”

Lorenzo


Anche per Lorenzo, 19 anni la motivazione iniziale è stata la stessa. “Anche io stavo cercando lavoro per mantenermi all’università il prossimo anno” ci dice “Non ho studiato meccanica prima, ma al Piccolo Principe ho avuto l’opportunità di mettermi in gioco venendo accolto come in una famiglia. Ho lavorato in un reparto diverso rispetto a quello di Kenneth, imparando il mestiere dall’inizio per poi passare io a mia volta ad insegnare ai colleghi. Mi sono subito inserito e sentito come in famiglia. E’ stato coinvolgente imparare cose nuove, appassionante risolvere i problemi tecnici quando capitavano e ho sentito un forte senso di responsabilità nel momento cui mi sono trovato ad insegnare agli altri.”

“Kenneth e Lorenzo sono arrivati durante un periodo di lavoro molto intenso e ciononostante non si sono mai tirati indietro dimostrando sempre massima disponibilità, flessibilità e voglia di imparare.” Racconta Sara Cristante, responsabile del servizio di produzione alle imprese. “Entrambi si sono messi in gioco sempre al cento per cento con costanza, senso di responsabilità, passione e un senso innato di quelli che sono i valori cooperativi. Il loro entusiasmo, positività e apertura al cambiamento ha contagiato tutti noi facendoci vedere ancora una volta l’importanza di essere una squadra, quanto siano le persone a dare valore a ciò che si fa e stimolandoci a continuare nel nostro lavoro con passione. A Kenneth e Lorenzo facciamo il nostro in bocca al lupo per il loro percorso universitario. Loro già sanno che le porte del Piccolo Piccolo Principe sono sempre aperte, anche solo per una chiacchierata, qualsiasi sia la strada che decideranno di percorrere.”
Sostienici